Regolamento 1.0

Andare in basso

Regolamento 1.0

Messaggio  Stern91 il Mar Mar 29, 2011 5:04 am

1 - Cos'è il fantaNBA?

E’ un fantacampionato basato sulle partite del campionato professionistico di basket americano, la NBA. I partecipanti, che ottengono il titolo di GM (General Manager), gestiscono con pieni poteri una franchigia, ovvero una squadra, le cui caratteristiche saranno di seguito descritte, all’interno di una lega composta da 24 franchigie.

Il FantaNBA è pluriennale, quindi il GM guiderà la propria franchigia per tutti i campionati che si susseguiranno anno dopo anno.

E’ fondamentale per la riuscita del gioco che tutti i partecipanti si impegnino a guidare al meglio la propria franchigia attraverso tutte le fasi del fantacampionato. Per far ciò è necessario che ogni GM intervenga ogniqualvolta sia richiesta una sua decisione.

Tutti gli aspetti organizzativi sono gestiti da un commissioner, che può essere anche uno dei GM, a patto che tutti i partecipanti siano d’accordo e che il designato agisca in modo imparziale ed equilibrato.
Tutti gli aspetti tecnici vengono gestiti automaticamente attraverso moduli di calcolo.

2 – Come partecipare

Nella fase iniziale del gioco ogni GM prende possesso di una franchigia, che sarà suo compito gestire al meglio nel corso del tempo. Come detto il gioco è pensato per durare più anni, in modo che ognuno abbia la possibilità, attraverso una gestione oculata ed efficiente delle risorse a disposizione, di essere protagonista nei vari campionati che si disputeranno.
Esistono due possibilità per iniziare a gestire una franchigia:
- Rilevare una franchigia disponibile in una lega esistente.
- Creare una nuova franchigia e la relativa squadra in una nuova lega.

2.1 - Rilevare una franchigia disponibile in una lega esistente
Tale caso è possibile quando qualche franchigia rimane “vacante” a seguito dell’abbandono di un GM. Il nuovo pretendente potrà inserire la propria candidatura nella lista di attesa periodicamente aggiornata. Se la commissione che gestisce il FantaNBA decide di assegnargli la franchigia , il nuovo GM erediterà il roster del suo predecessore.

2.2 - Creazione di una nuova lega
Tale caso è possibile quando la commissione che gestisce il FantaNBA decide che ci sono le condizioni per la creazione di una nuova lega, caso che generalmente nasce dalla presenza di un cospicuo numero di “futuri GM” che hanno inserito la propria candidatura nella lista di attesa periodicamente aggiornata. In questo caso ci sarà la fase di creazione del roster (paragrafo 2.5).

2.3 - Scelta del nome
In entrambi i punti sopra esposti il GM dovrà innanzitutto scegliere il nome della propria franchigia. Si consiglia di scegliere un nome tipicamente americano per rispettare lo spirito del gioco. Il nome della squadra, conseguentemente, sarà formato dal nome della città natale del GM (o se preferite il capoluogo di provincia) seguito dal nome della franchigia. Un esempio di nome per una squadra del FantaNBA potrebbe essere Palermo Sharks.

2.4 - Composizione Roster
Ogni squadra deve essere composta obbligatoriamente da un minimo di 10 giocatori.
Per disporre di un giocatore una squadra deve vincolare lo stesso tramite un regolare contratto garantito. Un contratto garantito è costituito da un compenso annuo e da una durata, espressa su base annua, nell’ambito della quale il compenso stesso deve essere corrisposto. La durata va da un minimo di 1 ad un massimo di 3 anni. Il compenso ha come limite minimo il salario attuale (dell'anno in corso) del giocatore, mentre non ha limite massimo. Nel computo del salary cap vengono considerati tutti i contratti garantiti/stipulati.

Per formare il proprio roster ogni GM ha a disposizione un salary cap annuale pari al salary cap attuale (dell'anno in corso) utilizzato dalla NBA. Ciò significa che la somma dei compensi annuali dei giocatori del proprio roster non deve mai superare tale soglia.

2.5 - Creazione del roster in una nuova lega: Fase a buste
Solo nel caso si partecipi al primo fantacampionato di una nuova lega (paragrafo 2.2) la formazione iniziale del roster avviene mediante la cosiddetta fase delle buste, organizzata su più tornate. E’ compito del commissioner stabilire tempi e modalità per le offerte in busta.
Una volta dato il via a questa fase, ogni GM sceglie 10 giocatori dalla Lista Giocatori.
La Lista Giocatori viene diramata dal commissioner ad inizio stagione. Essa rappresenta l’insieme dei giocatori disponibili per il FantaNBA suddivisi per ruolo. I ruoli di riferimento sono 3: Guardia, Ala e Centro. L’assegnazione del ruolo viene fatto sulla base di quanto specificato nelle schede dei giocatori dei siti di riferimento nba.com, si.com e sports.yahoo.com. In caso di doppio ruolo, il giocatore potrà risultare su entrambe le liste. I GM possono richiedere l’inserimento di nuovi giocatori nella Lista Giocatori qualora questi non siano già inseriti.

Nei 10 giocatori scelti devono risultare almeno 2 Guardie, 2 Ali e 1 Centro. Ogni GM invia al commissioner un foglio di offerta costituito da 10 offerte di contratto, una per ogni giocatore. L’aggiudicazione del giocatore, stabilita come descritto nel seguito, comporta la trasformazione del contratto offerto in un regolare contratto garantito di uguale ingaggio annuo e durata.
Nel caso in cui un giocatore riceva una sola offerta, questi viene assegnato alla squadra offerente. Nel caso di più offerte ad un giocatore, il criterio per l’assegnazione è di natura esclusivamente economica.
Il giocatore viene cioè acquisito da chi offre il compenso annuale più alto. A parità di offerta prevale quella con la durata maggiore (ad es. 11Mx3 prevale su 11Mx1 nonostante il compenso annuale sia lo stesso). Nel caso di offerta identica per uno stesso giocatore si procede come più avanti descritto.

Tra le offerte per la composizione del roster iniziale c’è la possibilità di indicare il “Giocatore Franchigia” (Vedi appendice 5) al quale, oltre alla normale offerta contrattuale si aggiunge 5 milioni di contratto che non vanno conteggiati nel Salary Cap mentre vengono conteggiati come compenso. Esempio: Un GM offre un contratto a Tim Duncan, offerta 25M x 3 e segnala che Tim Duncan sarà anche il suo giocatore franchigia; l’offerta da considerare quindi, per la fase d’asta, è 30M x 3 ma nel computo del salary cap il contratto peserà 25M x 3.
Quando tutti i GM hanno inviato la loro offerta al commissioner si ritiene conclusa la prima tornata e si procede così all’apertura delle buste. Il commissioner a questo punto comunica sul sito le seguenti informazioni:

• giocatori assegnati, specificando per ognuno la squadra di assegnazione e il relativo contratto.
• giocatori che hanno ricevuto offerte identiche da parte di più squadre, specificando per ognuno le squadre offerenti e il relativo contratto offerto.
• numero di giocatori ancora mancanti per ogni squadra.

Dopo la prima tornata ogni squadra si sarà così aggiudicata un certo numero di giocatori. I giocatori che hanno ricevuto un’offerta identica da più squadre vanno al cosiddetto “ballottaggio”, da completarsi nella tornata successiva (vedi Appendice 1).
Parte così la seconda tornata, in cui ogni GM elabora ed invia una nuova offerta in cui sono richiesti tanti giocatori quanti ne servono per completare il proprio roster (di almeno 10 giocatori).

La fase di assegnazione alle buste procede ad oltranza fino a che tutti i rosters non sono completi.

I giocatori che al termine di questa fase sono ancora liberi vengono denominati free agent (o FA).

3 - Il campionato
La lega del FantaNBA è composta da 24 franchigie.
Queste sono suddivise in 2 conference da 12 franchigie.
Ciascuna conference è a sua volta costituita da 2 division di 6 franchigie.
Ogni squadra viene inizialmente inserita in una delle due conference e successivamente in una delle tre division presenti all’interno della conference.

Ogni squadra incontra per quattro volte le altre squadre della medesima division, per due volte le altre squadre della medesima conference e le squadre dell’altra conference.
le partite stagionali per ciascuna di esse sono 56. (vedi appendice 8 )

4 - Come si gioca e come si calcola il risultato di una partita
Le squadre si affrontano giornata per giornata sulla base di quanto stabilito dal calendario stilato dal commissioner prima dell’inizio della stagione. In ogni giornata le squadre schierano 10 giocatori tra quelli a loro disposizione, tali 10 giocatori verranno da ora in poi definiti "roster attivo".

Per il computo del risultato di una partita occorre innanzitutto calcolare per ogni giocatore delle 2 squadre il valore del parametro su cui si basa tutto il gioco, denominato EFFICENCY. Il calcolo viene fatto automaticamente attraverso un modulo di calcolo sulla base dei veri risultati delle partite NBA in programma ed è ottenuto mediante la seguente formula:

[punti + rimbalzi + assist + stoppate + recuperi] - [(tiri tentati-tiri realizzati) + (tiri liberi tentati-tiri liberi realizzati) + palle perse]

Per arrivare al punteggio di squadra occorre sommare il valore di efficiency del roster attivo.
Se nel team è presente un GF (Giocatore Franchigia) esso sarà titolare anche se il suo punteggio non è tra i migliori 2 del suo reparto (vedi appendice 5).
La squadra che gioca in casa beneficia di un bonus di 7 punti da sommare al punteggio calcolato in base all’ efficiency.
Vince la squadra che ha totalizzato il punteggio maggiore.
In caso di parità tra le due squadre caso si procede al cosiddetto overtime. Esso consiste nel sommare al punteggio di squadra il valore di efficiency netta del miglior giocatore escluso dal calcolo iniziale, il cosiddetto sesto uomo. Se non bastasse ancora si somma anche il valore di efficiency del settimo uomo e così via ad oltranza fino ad arrivare ad un punteggio diverso per le due squadre. Se anche sommando l’ efficiency di tutti e 10 i giocatori del roster si rimane in parità, la vittoria viene assegnata alla squadra che gioca fuori casa.

5 - La classifica
Dopo la prima giornata di Regular Season vengono stilate le classifiche di division, che verranno di volta in volta aggiornate in base ai risultati maturati nelle varie giornate. L’ordine di classifica viene stabilito in base al numero di vittorie conseguite.

6 - Modifiche alla squadra
Il roster di una squadra è composto dall’insieme di tutti i giocatori vincolati da contratto garantito.
Ogni squadra può avere nel roster un massimo di 15 giocatori firmati con garantito. La somma dei compensi annuali dei giocatori del roster non può superare il salary cap imposto.

Tenendo presenti questi fondamentali vincoli ogni GM deve cercare di gestire al meglio la propria squadra. Per farlo egli ha a disposizione gli strumenti più avanti descritti. Per i periodi in cui è consentito effettuare ciascuna operazioni si faccia riferimento all’Appendice 2.

6.1 - Mercato
Il mercato, che è sempre aperto, solo in quattro momenti dell'anno rimarrà chiuso: dalla deadline della 50° giornata fino alla fine dei PO, fase cambio ruolo, fase RFA e fase FA; in queste quattro fasi non verranno concesse deroghe per cui ogni GM dovrà fare in modo di non avere problemi con il cap (non si può mai andare in negativo e questo è valido in ogni momento), o problemi con il numero di players totali, questo è valido dalla chiusura della fase conferma rookies (quindi dalle fasi RFA e FA). Questa data rappresenta la cosiddetta trade deadline. Il commissioner ha comunque la facoltà di prolungare o di accorciare tale periodo previa preventiva comunicazione ufficiale.
Uno scambio (o trade) prevede l’annuncio nell’apposita sezione del sito dei giocatori e delle squadre coinvolte nella trattativa. In particolare, occorre specificare in modo chiaro per ogni giocatore coinvolto la squadra di partenza e la squadra di destinazione. Il termine di effettuazione dello scambio è costituito dall’inizio della partita di stagione regolare successiva al giorno di comunicazione della trattativa sopra descritta. Gli scambi devono essere completati rispettando sia il limite del salary cap sia il vincolo sul numero di giocatori componenti il roster. E’ concesso di non rispettare temporaneamente i vincoli sul salary cap e sul limite al numero di giocatori del roster attivo, i quali però devono essere tassativamente ristabiliti, pena l’annullamento dello scambio, prima del termine dello scambio stesso, attraverso opportune operazioni di taglio o firma di FA nel seguito descritte. Lo scambio diventa ufficiale dopo la conferma da parte di tutti i GM coinvolti e l’approvazione da parte del commissioner.

6.2 - Tagli
I tagli sono sempre ammessi tranne che nelle quattro fasi in cui il mercato è chiuso.
Il taglio comporta l'annullamento del contratto del giocatore, che però verrà pagato, seppur in maniera ridotta, per tutta la durata del contratto stipulato.

6.2.1 - Modalità dei tagli
1. I contratti stipulati secondo le regole dei 10-day contract (vedi appendice 8 ), possono essere tagliati in ogni momento senza alcuna spesa (liberando dal bilancio il proprio stipendio per intero).
2. I giocatori ritirati potranno essere immediatamente rilasciati senza che nulla sia loro dovuto (libereranno dal bilancio il proprio stipendio e uno slot). (Vedi 6.4)
3. Per i giocatori che passano dall'NBA ad altra lega è possibile avvalersi della Kleiza exception (vedi appendice 7)
4. Per i giocatori che non rientrano nei punti 1, 2 e 3, bisogna osservare le seguenti regole economiche del rilascio dei giocatori.
Per ogni taglio la parte dello stipendiò che continuerà a pesare sul CAP sarà:
70% per il primo anno.
50% per il secondo anno.
30% per il terzo anno.
Es. Taglio McGee 4,2M x 3,
il primo anno peserà sul CAP 2,94M (70% di 4,2)
il secondo anno peserà sul CAP 2,1M (50% di 4,2)
il terzo anno peserà sul CAP 1,26M (30% di 4,2)

Ogni franchigia ha un limite di 10 tagli stagionali.

5. Un giocatore tagliato diventa un FA a tutti gli effetti, prendibile tramite asta pubblica secondo le modalità vigenti per qualunque altro free agent. Qualora un giocatore rilasciato venga firmato da altro club, il club che ha effettuato il taglio sarà obbligato ad elargire comunque quanto esposto nel punto sopra.
6. Qualora un giocatore rilasciato venga rifirmato dallo stesso club prima del termine del precedente accordo, i contratti si sommerebbero anzichè compensarsi. Questa postilla è necessaria per evitare l'accordo di due o più GM volto a ridurre drasticamente lo stipendio di un giocatore.
7. E' fatto divieto ad un GM che opera un taglio, ri-ottenere tramite trade il tagliato durante la stagione in corso.

6.3 - Firma di FA
E’ possibile nei periodi consentiti corrispondere contratti garantiti ai giocatori liberi, detti free agent (FA).
Per firmare un FA con un contratto garantito è necessario avere nel proprio roster meno di 15 giocatori. Il GM dovrà procedere con la comunicazione dell’offerta di contratto nell’apposita sezione del sito, specificando nome del giocatore, squadra NBA di appartenenza e contratto offerto.
Da quel momento sarà apert un'asta (se ci sono eventuali interessati); dopo 18 ore dall’ultima offerta si assegna il giocatore alla squadra che ha offerto il contratto dal compenso annuale maggiore.
E’ possibile firmare un FA anche al minimo salariale annuale (ovvero al contratto attuale che il free agent ha nella sua vera squadra NBA) e per il numero di anni che si desidera (fino ad un massimo di 3). Affinché sia possibile la stipulazione del contratto è comunque necessario disporre del CAP (si ricorda che è vietato sforare il salary cap vigente) e di uno spot libero nel roster (si ricorda che il numero massimo di giocatori che è possibile tenere sotto contratto è pari a 15).
Le eventuali offerte devono essere presentate entro l’inizio della giornata FantaNBA successiva (che equivale all’inizio della prima partita NBA valevole per quella giornata). L’asta per il giocatore è pubblica, le offerte devono essere presentate tutte nella stessa sezione e ogni GM può rilanciare quante volte vuole. L’offerta valida sarà la più alta presentata entro i termini prescritti.

La firma di un FA avviene comunicando nell’apposita sezione del sito il nome del giocatore ed il relativo contratto offerto. Una volta ufficializzata l’operazione dal commissioner, il giocatore è a disposizione della squadra che lo ha firmato a partire dalla giornata immediatamente successiva all’ufficializzazione stessa.

6.4 - Giocatori ritirati o indisponibili in modo indefinito
Nei casi in cui il giocatore si ritiri dall'attività agonistica, venga ceduto ad altra lega oppure non sia vincolato da contratto con alcuna squadre NBA, la squadra che ne detiene il contratto può avvalersi della facoltà di annullare lo stesso. Il rilascio di un giocatore è possibile sia durante la Regular Season sia durante i playoff.
Qualora il giocatore rilasciato faccia parte del roster attivo al momento del rilascio, è necessario ristabilire la configurazione legale entro la giornata di FantaNBA successiva alla comunicazione del rilascio. Se il rilascio avviene dopo la trade deadline, lo spot rimasto scoperto può essere colmato solo con un altro proprio giocatore. Se viceversa il rilascio avviene prima della trade deadline, lo spot libero nel roster attivo può essere colmato firmando un FA oppure effettuando un opportuno scambio.
Va da sè che se un GM taglia un giocatore prima che lo faccia la franchigia Nba per cui questo giocatore è sotto contratto, taglio e buyout NON vengono in alcun modo recuperati, fatta salva una situazione di ritiro dalla carriera agonistica.

Una stessa squadra non può vincolare un giocatore a cui è stato annullato in precedenza un contratto con uno ex-novo se non è mutata la condizione che ne aveva determinato l’annullamento. Se un giocatore il cui contratto è stato annullato tornasse a disposizione successivamente (ad esempio ritorno all’attività agonistica o firma di un contratto con una squadra NBA), esso tornerebbe disponibile nella lista degli FA e qualsiasi squadra potrebbe firmarlo.

7 - Vittoria del campionato
La vittoria del FantaNBA viene assegnato, in modo analogo a quanto avviene nella NBA, attraverso i playoff.

7.1 - Playoff
Alla fine della Regular Season si svolgono i playoff per l’assegnazione del titolo di campione del fantaNBA.
Durante la fase di PlayOff è possibile modificare il roster una volta per ogni turno, quindi prima di ogni turno si deve indicare (se si vuole) il roster attivo altrimenti si prende come valida la formazione dell’ultima giornata di regular season o del turno di Playoff precedente.

Ai Play Off accedono 16 squadre.
Le 8 squadre che non vanno ai Play Off accedono alla Lottery in base al loro record. La squadra col record migliore gode del fattore campo nell'eventuale "bella".
Le franchigie (per entrambe le conference) si scontreranno secondo il seguente ordine:
1° vs 8°
4° vs 5°
3° vs 6°
2° vs 7°
Il resto dei Play Off, Semifinali e Finali, proseguono normalmente fra le vincenti delle sfide sopracitate ed il fattore campo nella bella spetta alla squadra col miglior record di Regular Season. La vincitrice delle semifinali di Conference quindi si incontrano nelle finali di Conference. Successivamente, le rispettive vincenti delle 2 conference avanzano alle fantaNBA Finals.

I Quarti di Finale, le Semi-Finali si giocano al meglio delle 3 partite.
Le serie giocate sulle 3 partite si giocano su base 1-1-1 (1 partita in casa ciascuno in alternanza)

Le Finali di Conference e le FantaNBA Finals si giocano al meglio delle 5
Le serie giocate sulle 5 partite si giocano su base 2-2-1.

Per gli spareggi di classifica, necessari quando più squadre fanno registrare il medesimo record di vinte-perse, vale quanto stabilito nell’Appendice 3.

8 - Offseason
Dopo la fine dei Playoff viene decretata ufficialmente la fine della stagione in corso e parte la cosiddetta Offseason. Essa sancisce l’inizio di una nuova stagione del FantaNBA. Pertanto, la durata di tutti i contratti garantiti viene scalata di un anno. Durante la Offseason i GM hanno l’opportunità di pianificare la loro strategia nell’ottica di migliorare le proprie squadre.

Di seguito vengono riportati in breve gli avvenimenti che ne regolano lo svolgimento:

1. Riapertura Mercato (chiuso dalla fine della 50a giornata fino alla conclusione dei PO)
2. Rinnovo dei contratti
3. FantaDraft
4. Cambio ruolo (chiusura mercato)
5. Firma o rilascio rookies (mercato aperto)
6. Asta per i RFA (mercato chiuso)
7. Asta per i FA (mercato chiuso)

Tra la fase RFA e FA ci sarà un'apertura eccezionale del mercato.

Il commissioner provvede a schedulare le suddette attività evidenziandone man mano tempistica e modalità.
Per tempistiche e dettaglio delle fasi vedere l'Appendice 2

8.1 - Riapertura Mercato
Subito dopo la fine dei Playoff riapre il mercato degli scambi. Le squadre quindi possono di nuovo scambiarsi giocatori nel rispetto delle norme descritte in precedenza mentre non è possibile firmare FA.

L’unica variante rispetto alla Regular Season è che durante tutta la Offseason, che si conclude con l’inizio della prima giornata del campionato successivo, è concesso di avere nel roster un numero di giocatori diverso da quello legale. Prima dell’inizio del campionato comunque ogni squadra dovrà operare in modo da ristabilirne la configurazione legale (ossia minimo 10 e massimo 15 giocatori sotto contratto); aggiungiamo che in realtà tale previsione si esaurisce alla chiusura della fase conferma contratto rookies (ore 24:00), e cioè prima dell'inizio della fase RFA (ore 0:00) x cui nonostante si rimanga in regime di Offseason per le ultime due fasi è necessario che il roster rispecchi già i crismi della regolarità. Si ricorda inoltre che non è MAI consentito essere in negativo con il cap.

8.2 - Rinnovi contrattuali
Ogni squadra ha la possibilità di rinnovare il contratto ad un massimo di due giocatori del roster a stagione.
Il primo dei due eventuali rinnovi avviene corrispondendo al giocatore un ingaggio maggiorato di 1/3 (con approssimazione per difetto all’intero) rispetto a quello precedentemente percepito.

Il secondo rinnovo avviene, invece, corrispondendo al giocatore un ingaggio raddoppiato rispetto al precedente. Il rinnovo consente di vincolare il giocatore tramite un nuovo contratto garantito, la cui durata va quindi da un minimo di un anno ad un massimo di tre. E’ possibile rinnovare qualsiasi contratto, non solo quelli in scadenza. Si sottolinea che i rinnovi non sono obbligatori. Ogni squadra ha la facoltà di decidere se avvalersene o meno. Non rientrano nel computo dei due rinnovi quelli riservati ai rookies, gestiti in separata sede (paragrafo 8.2.1).
Il commissioner provvede a dare avvio a questa fase attraverso una comunicazione ufficiale, evidenziando la tempistica delle operazioni.

8.2.1 - Rinnovo dei rookies
Tutti i rookies scelti nel draft della stagione appena conclusa e successivamente firmati con contratto garantito, possono essere rinnovati al termine della loro prima stagione.
Il rinnovo dipende dal contratto in essere ed è caratterizzato da quanto segue:

• l’ingaggio viene maggiorato di 1/3

E’ possibile effettuare il rinnovo del contratto per un rookie solo se il contratto è quello corrisposto al rookie subito dopo il FantaDraft, nell’apposita fase di firma dei contratti garantiti per i rookies. In virtù di ciò, non possono beneficiare del rinnovo i rookies prelevati dalla lista dei FA. Inoltre, se un rookie non viene rinnovato nella fase a ciò dedicata, si perde il diritto di rifirma come rookie. Non vi è limite al numero di rookies che una squadra può rinnovare. Il commissioner provvede a segnalare i momenti in cui è possibile effettuare tali rinnovi.

8.3 - FantaDraft
Subito dopo il Draft della NBA viene programmato il Draft del FantaNBA, chiamato FantaDraft. Il FantaDraft è il sistema mediante cui ogni GM ha l’opportunità di scegliere un giocatore tra quelli scelti nel Draft della NBA.
L’ordine di scelta viene stabilito attraverso il sistema della lotteria, in modo analogo a quanto avviene nella NBA. La probabilità che una squadra ottenga un determinato ordine di scelta è funzione dell’ordine di arrivo in classifica nel fantacampionato precedente (peggiore è il piazzamento, maggiore è la probabilità di scegliere in alto). La squadra classificata ultima nel fantacampionato verrà associata alla peggiore squadra NBA, la penultima squadra peggio piazzata verrà associata con la penultima squadra della NBA e così via. Il risultato della lottery NBA stabilirà anche l’ordine di scelta del nostro fantacampionato, questo fino all'ottava posizione, dalla nona si prosegue con l’ordine stabilito dalla classifica.

Seguendo l'ordine stabilito, ogni GM ha 24 ore di tempo per fare la sua scelta, superato tale limitre, il successivo GM può chiamare.
Il GM che non effettua la sua chiamata, può chiamare entro la chiamata successiva, altrimenti perde definitivamente il suo diritto.

Scegliendo un rookie, una squadra acquisisce i diritti di firma sul giocatore, cioè la possibilità di firmarlo successivamente, durante l’apposita fase, con un contratto garantito. E’ possibile scambiare i diritti dei rookies.
La firma effettiva dei rookies avviene in una apposita fase successiva, con relativa comunicazione del commissioner, il quale fissa una data entro cui ogni GM ha l’obbligo di comunicare se intende garantire il contratto al giocatore scelto o, viceversa, intende rilasciarlo. In mancanza di riscontro da parte di un GM, vengono persi i diritti di firma sul rookie, il quale viene inserito nella lista FA.

Il contratto da offrire al giocatore viene stabilito in base al pick (scelta) corrispondente:

Pick............Contratto
1...................?x2
2-5................?x2
6-10...............?x1
11-25.............?x1
26-40.............?x1

I giocatori rilasciati diventano FA a tutti gli effetti.

8.4 - Firma con garantito o rilascio dei giocatori scelti al draft
Come detto in 8.3, entro una scadenza fissata a priori dal commissioner, ogni GM deve comunicare se intende garantire un contratto ai giocatori scelti oppure rilasciarli. La scadenza è comunque successiva alla fase a buste per il rinnovo dei contratti, in modo da consentire ai GM di decidere la strategia da seguire in funzione della situazione salariale conseguente ai rinnovi effettuati.
Durante questa fase il mercato è aperto.

8.5 - Fase ad ASTA per i giocatori in scadenza di contratto (RFA)
Come detto, in coincidenza dell’inizio della Offseason scade l’annualità di tutti i contratti garantiti. In virtù di ciò, i giocatori che si trovavano all’ultimo anno di contratto diventano restricted free agent (RFA). Questo vuol dire che, nel periodo prescelto per l'effettuazione dell'asta per i RFA (vedi appendice 2), tutte le squadre potranno fare offerte per i suddetti giocatori.

Si procede anche qui con un asta (se ci sono eventuali interessati), a cui potranno partecipare solo i team con meno di 15 giocatori nel proprio roster.
Dopo 18 ore dall’ultima offerta si assegna il giocatore alla squadra che ha offerto il contratto dal compenso annuale maggiore (vedi 2.2.1). E’ possibile firmare un RFA anche al minimo salariale annuale e per il numero di anni che si desidera (fino ad un massimo di 3). Affinché sia possibile la stipulazione del contratto è comunque necessario disporre di un numero di crediti liberi sufficienti (si ricorda che non si può sforare il salary cap in vigore) e di uno spot libero nel roster (si ricorda che il numero massimo di giocatori che è possibile tenere sotto contratto è pari a 15).

A questo punto, le squadre di appartenenza dei RFA, entro 18 ore dall'assegnazione del giocatore, hanno la possibilità di pareggiare l’offerta oppure di rinunciare definitivamente al giocatore.
Pareggiando l’offerta, ovvero corrispondendo un nuovo contratto identico a quello costituente la massima offerta, il giocatore rimane nella squadra di origine. Viceversa, il giocatore passa alla squadra che aveva presentato l’offerta migliore, la quale viene tramutata in contratto.
In Appendice 6 è riportato il regolamento dettagliato a governo di questa fase dopo la terza stagione.

8.6 - Fase ad asta per i FA
La fase ad asta per i FA consente ai GM di completare il roster, coprendo i posti rimasti eventualmente vacanti dopo le fasi precedentemente esposte. E' possibile fare offerte anche al minimo salariale. Lo svolgimento è del tutto analogo a quello esposto nella sezione 6.3.
Possono partecipare a tale fase solo le squadre con roster composto da meno di 15 giocatori.
Si procede ad oltranza finché tutti i roster non sono completi.

9 - Estromissione dal gioco
Per la riuscita del gioco è necessaria la partecipazione di tutti i GM. Dando la propria disponibilità a partecipare, il GM si impegna a seguire con continuità le vicende della lega e della propria squadra in particolare. Assenze prolungate e non preventivamente segnalate possono pregiudicare sia la normale attività della lega sia il patrimonio tecnico della propria squadra.
Per tale motivo, il commissioner si riserva, nel caso di assenza (intesa come non intervento sul forum o sul sito del FantaNBA) superiore ai 20 giorni non segnalata da parte di un GM, il diritto di procedere alla rimozione d’ufficio del GM stesso ed alla sua sostituzione con un nuovo partecipante che abbia fornito opportune garanzie sulla sua partecipazione. Il nuovo GM ha la possibilità di cambiare il nome della propria squadra secondo i criteri stabiliti in 2.1.

10 - Riepilogo delle regole principali
Questa sezione ha lo scopo di riepilogare brevemente le principali regole del FantaNBA. Eccole di seguito riportate:

1. Ogni squadra ha un salary cap uguale a quello in vigore nella NBA per comporre il proprio roster.
2. Il roster è composto da un massimo di 15 giocatori.
3. Il roster attivo deve essere composto da 10 giocatori (vedi 2.2).
4. Le squadre possono modificare i propri roster durante la fase di mercato, attraverso le cosiddette trade (vedi 6.1).
5. Le squadre hanno inoltre la facoltà di tagliare giocatori (vedi 6.2), firmare FA (vedi 6.3), sempre nel rispetto delle norme 1 e 2.
6. Le squadre si scontrano durante la Regular Season, secondo quanto stabilito dal calendario, per determinare la griglia dei Playoff. La squadra vincitrice dei Playoff viene eletta campione del FantaNBA (vedi 3, 4, 5 e 7).
7. Dopo i Playoff inizia la Offseason, durante la quale è possibile effettuare i rinnovi contrattuali, scegliere giocatori al FantaDraft e firmare con il sistema delle buste FA e RFA (vedi 8 ).

Appendici

Appendice 1: Ballottaggi di offerte
Il ballottaggio avviene quando più GM presentano la medesima migliore offerta per uno stesso giocatore. Esso consiste di una tornata supplementare di offerte per il giocatore riservata ai GM di cui sopra. Al ballottaggio è possibile presentare una offerta di contratto diversa da quella che lo ha determinato. Non è obbligatorio partecipare al ballottaggio per un giocatore; la rinuncia a partecipare equivale a presentare una offerta nulla. In ogni caso, per aggiudicarsi il giocatore è necessario presentare l’offerta più alta in assoluto, anche rispetto a quelle pervenute nelle precedenti tornate. Nel caso in cui al ballottaggio non arrivi l’offerta più alta per il giocatore, questi torna disponibile per tutti nella successiva tornata di buste. Per l’assegnazione dei giocatori in ballottaggio vale la regola generale per cui l’offerta annuale più alta vince.

Appendice 2: Scaletta fasi e periodi di riferimento
Aprile (fine): Inizio Offseason - Riapertura mercato
Maggio: Rilascio contratti scaduti
Giugno: Rinnovi contrattuali rookies (del Draft anno precedente)
Giugno: Rinnovi Contrattuali
Giugno (fine): Draft
Settembre (inizio): Rilascio giocatori senza contratto e giocatori non più in NBA
Settembre: Chiusura mercato - Cambio di ruolo
Settembre (metà): Riapertura mercato - Conferma contratto rookies (del Draft anno corrente)
Settembre (fine): Chiusura mercato - Asta RFA
Ottobre (inizio): Riapertura straordinaria mercato (24 h)
Ottobre: Chiusura mercato - Asta FA
Ottobre: Riapertura mercato
Ottobre: Inizio Regular Season
Febbraio: Trade deadline
Febbraio: Fine Regular Season - chiusura mercato (deadline 41° giornata)
Febbraio: Inizio Playoff
Aprile: Fine Playoff

Appendice 3: Spareggi di classifica
Per stabilire l’ordine di arrivo definitivo nell’ambito di una conference, si considerano i seguenti criteri, in ordine di importanza:

1. miglior record assoluto
2. miglior record di division
3. vittorie negli scontri diretti
4. miglior media punti

Nell’ambito dell’intera lega si considerano invece:

1. miglior record assoluto
2. miglior record di conference
3. miglior record di division
4. miglior media punti

Appendice 4: Giocatore Franchigia
Nella fase di composizione iniziale del team (fase a buste) si può scegliere un giocatore come il Giocatore Franchigia (GF); in questo modo l’offerta del giocatore è maggiorata di 5M che non andranno a pesare sul cap totale.

Solo nel caso di infortunio il GF può essere messo nel roster passivo e non verrà conteggiato per il punteggio del team.

Lo status di GF può essere tolto mediante cessione (se si acquisisce un GF da un altro team lo status di GF viene a cadere).

Appendice 5: Calendario
Le 56 giornate della regular season sono suddivise come segue:

Gli scontri con le altre 5 squadre della propria division saranno 4, 2 in casa e 2 fuori. (Totale 20 gare)
Gli scontri con le altre 6 squadre che si trovano nell'altra division della stessa conference saranno 2, 1 in casa ed 1 fuori. (Totale 12 gare)
Gli scontri con le squadre della conference opposta saranno 2, 1 in casa ed 1 fuori, (Totale di 24 gare).
Il totale è quindi 56 gare.

Non ci saranno gare del calendario NBA non valide.
Ogni giornata verrà calcolata sulle gare relative allo stesso numero di giornata che giocano le squadre NBA.
( Esempio : http://sportsillustrated.cnn.com/basketb...index.html )

Quindi per la giornata 1 di Regular Season del FantaNBA andranno a conteggio i tabellini di tutti i game1 di ogni squadra.
Per la 2 idem, la 3 idem etc..

Sino alla 56.

Seguiranno poi

Quarti di finale (alla meglio delle 3 gare, cioè chi ne vince due passa)
Semifinali di Conference (alla meglio delle 3 gare, cioè chi ne vince due passa)
Finali di conference (alla meglio di 5 gare, cioè chi ne vince tre passa)
Finale (alla meglio di 5 gare, cioè chi ne vince tre è campione)

Appendice 6 - Kleiza exception - Giocatori con contratto che cambiano lega.

Qualora un giocatore con contratto garantito (x1, x2 o x3) lasci l'NBA per un'altra lega, la franchigia detentrice del contratto può decidere di tagliarlo mantenendo un "diritto di prelazione" sul giocatore.

La franchigià tagliante:
1) recupererà il 100% del contratto.
2) recupererà lo slot all'interno del roster.
3) avrà diritto di pareggiare le eventuali offerte della fase ad asta per FA, qualora negli anni a seguire il giocatore dovesse rientrare in NBA. La base di partenza per l'asta dovrà essere pari al contratto in essere al momento del taglio.

I giocatori tagliati con la Kleiza exception dovranno essere segnalati nell'apposita sezione aperta dal commisioner.

Appendice 7 - Composizione "Roster attivo".
Ogni squadra nel comporre la propria formazione per la giornata in corso, dovrà esplicare:

1) I 5 giocatori titolari:
1.1) G o PG
1.2) G, SG o G/F
1.3) G/F, F o SF
1.4) F, PF o F/C
1.5) F/C o C

2) Il sesto uomo: che può essere del ruolo che vuole il GM

3) Altre quattro riserve.

Appendice 7.1 - Calcolo "Roster attivo".
Il punteggio della franchigia verrà calcolato tramite l'efficiency del giocatore, come detto al punto 4.
Le efficiency verranno sommate così:
100%Eff (Titolari) + 75%Eff (Sesto uomo) + 50%Eff (Riserve).
Ovviamente se un titolare non è andato a referto entrerà o il Sesto uomo o la riserva del ruolo del giocatore mancante. Le altre riserve scaleranno di un posto (e potrà esserci un nuovo Sesto uomo, in caso questi fosse entrato nel quintetto.
avatar
Stern91
Admin

Messaggi : 249
Data d'iscrizione : 29.03.11

Visualizza il profilo http://fantanba.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum